martedì 12 dicembre 2017

SEGNALAZIONI #9


Buonasera! Come sempre ho una serie di libri da segnalarvi, quindi non perdiamoci in chiacchiere, ma andiamo subito a scoprirli insieme. Anche in questo nono appuntamento della rubrica dedicata alle segnalazioni, ce n'è davvero per tutti i gusti!

Sotto la pelle
Paulina B. Lawrence

Paulina è una vecchia conoscenza del blog (qui trovate gli articoli dedicati alle sue precedenti uscite) e sono contenta di segnalarvi il suo nuovo lavoro. Si tratta del primo volume della serie Amori di carne, amori di karma ed è una breve commedia romantica natalizia ambientata negli anni Ottanta. L'ebook è uscito proprio oggi, 12 dicembre, e, se Giorgio (riservato, occhi blu, perdutamente innamorato di Chiara) e Chiara (capelli biondi lunghissimi, occhi castani, apparecchio ai denti) vi incuriosiscono, vi consiglio di tenere d'occhio il blog nei prossimi giorni perché ve ne parlerò meglio.

[...] Così si erano conosciuti Giorgio e Chiara. Poi non si erano più separati. Non ci erano proprio riusciti. Quei due erano come calamita e metallo. [...]
Giorgio e Chiara trascorrono le vacanze di Natale insieme in un paesino tra le montagne da quando avevano sei anni. Nati lo stesso giorno dello stesso anno, sono legati da un'amicizia speciale che cercano di mantenere segreta. A nove anni decidono che da grandi si sposeranno, ma l'arrivo dell'adolescenza, e la scoperta di nuove sensazioni, frapporrà alcuni ostacoli al progetto….

Ambientato tra il 1979 e il 1990, questo romanzo breve (il primo della serie ‘Amori di carne, amori di karma’), romantico e sottilmente ironico, ci riporta in un decennio - diventato leggenda per i modi di fare, di dire e di vestirsi dei giovani - in cui si era, forse, un po' più innocenti di oggi.

RECENSIONE: Rose (The Fowlers Sisters #2) di Monica Murphy


Buongiorno! Torna la serie dedicata alle tre sorelle Fowler di Monica Murphy! Il 9 dicembre, sempre in ebook, la Newton Compton ha pubblicato Rose, il secondo volume autoconclusivo. Dopo aver conosciuto la sorella di mezzo, Violet, è arrivato il momento della più piccola, che dà il titolo al libro, di soli 22 anni. Dalle sorelle maggiori, la piccolina di casa viene sempre vista come quella più coccolata, ma Rose si sente invisibile e poco considerata dagli altri. Almeno fino a quando incontra Caden...

The Fowlers Sisters
1. VIOLET [recensioneacquisto]
2. ROSE [acquisto]
3. Taming Lily

Trama
Si dice che per il figlio minore sia tutto più facile, ma è una bugia. Diversamente dalle mie sorelle non sarò mai notata per i miei successi. Lavoro sodo alla Fleur Cosmetics e non conto niente. Ma da quando ho messo al collo quel meraviglioso diamante le cose sono cambiate: stavolta è il mio turno di dire di no a mio padre, di risaltare sulle mie sorelle e di prendermi l’uomo che desidero. Quello che per la prima volta mi fa sentire libera.

Recensione
Rose è la piccola di casa Fowler, ma l'attenzione, di tutti, è sempre stata rivolta alle sorelle maggiori. Violet è quella che si è conquistata il suo posto alla Fleur Cosmetics e quella che non sbaglia mai. Lily è la ribelle, quella che fa solo quello che vuole. E Rose? Rose è quella che non si è mai comportata come avrebbe voluto, quella che non si è mai concessa una certa libertà. Allo stesso tempo è quella che non ha un vero ruolo nell'azienda di famiglia, anche se ci lavora, è quella sulla quale il padre può fare affidamento, ma non è quella sulla quale punta. E la ragazza si è stancata di essere sempre l'ultima, sia in famiglia che al lavoro, di essere quella data per scontata. Ora è decisa a staccarsi da tutto e tutti per vivere come la vera Rose e sapere che la nonna vuole regalare proprio a lei la collana più preziosa della sua collezione la rende ancora più sicura. E sarà proprio il gioiello, in effetti, ad attirare l'attenzione di uno sconosciuto, un uomo che, per la prima volta, le fa provare sensazioni ed emozioni che non avrebbe mai pensato di poter provare.

lunedì 11 dicembre 2017

RECENSIONE: Mille pezzi di te e di me di Sarah White

Buonasera! Tra una lettura natalizia e l'altra, dicembre è anche tempo di recuperi. Vi ricordate la mia intervista doppia a Everly e Gabe, i protagonisti di Mille pezzi di te e di me, che ho pubblicato in occasione del Blogtour dedicato al libro (qui la tappa)? Bene, è finalmente arrivato il momento di parlarvi più in generale di questo bel romanzo young adult scritto da Sarah White ed edito dalla DeA. Se ancora non lo avete letto, questo periodo potrebbe essere perfetto per recuperare un po' di romanticismo!

Trama
È l’ultimo anno di liceo quando la vita di Everly Morgan va in mille pezzi. Un idillio perfetto distrutto in un solo istante: quello in cui Everly scopre che Brady, il ragazzo che ama più di ogni altra cosa al mondo, la tradisce con la sua migliore amica. E lo fa nel modo peggiore possibile: nel parcheggio della scuola, davanti a tutti. Everly è disperata: si sente umiliata, ferita e abbandonata proprio dalle persone di cui si fidava di più. Il mondo le è crollato addosso, e lei si sente soffocare. Decisa a reagire, Everly chiede aiuto a uno psicoterapeuta. E proprio lì, nella sala d’attesa del dottore, succede qualcosa di inaspettato. Everly incontra Gabe. Lui è sexy, dolce, divertente. E soprattutto sembra l’unico al mondo in grado di capire quello che prova. Everly però non è pronta a innamorarsi di nuovo, non ora che il suo cuore spezzato ha appena ricominciato a battere.
MA SI PUÒ DAVVERO RESISTERE ALLA FELICITÀ QUANDO È FINALMENTE A PORTATA DI MANO?
[Link d'acquisto Amazon]

Recensione
Everly e Gabe si conoscono, o comunque si parlano per la prima volta, nella sala d'attesa in cui, entrambi, aspettano l'inizio della seduta con il proprio psicologo. Non sappiamo quale motivo abbia spinto il ragazzo a rivolgersi ad un medico, ma conosciamo quello di Everly, il suo cuore spezzato. I tradimenti sono sempre molto difficili da superare, ma la ragazza si è ritrovata davanti ad uno doppio, addirittura. Non solo ha scoperto che il ragazzo di cui era innamorata aveva un'altra, ma anche che l'altra in questione è la sua, ormai ex, migliore amica. Già è abbastanza terribile che le due persone di cui si fidava di più, esclusa la sua famiglia, abbiano agito alle sue spalle e che non abbiano avuto il coraggio di parlarne con lei, ma la cosa più brutta è che ora che soffre non ha nessuna spalla su cui piangere. Non può avere l'amica del cuore che le ricorda quanto i ragazzi siano stupidi, quanto lei stia meglio senza di lui, l'amica con cui strafogarsi di gelato e piangere davanti a film strappalacrime. E non ha neanche un ragazzo che la tenga stretta tra le braccia e le ricordi che tutto si sistema. E tutto questo l'ha distrutta, la sofferenza le sembra non finire mai, ogni ricordo è una pugnalata e ogni incontro il promemoria di quello che aveva e ora non ha più.

RECENSIONE: La teoria del pettirosso di Cristiano Pedrini


Buongiorno! Iniziamo la giornata e la settimana con la recensione di un breve e delicato romanzo self. Cristiano Pedrini, tra gli altri, ha scritto La teoria del pettirosso, un M/M contemporaneo che ruota intorno alla teoria secondo la quale quando decidiamo di proteggere qualcuno o qualcosa diventa poi molto difficile lasciarlo andare, anche se ormai pronto a spiccare il volo. Vale per il pettirosso, ma vale anche per le persone. Se la persona è quella giusta, però, forse possiamo anche non lasciarla veramente andare via.

Trama
Nathan è un giovane senzatetto. Ross è il direttore di una grande biblioteca che ama con tutto se stesso.Quando le loro strade s'incroceranno, Nathan sarà accusato di furto e Ross immediatamente attratto dalla vulnerabilità del ragazzo lo prenderà sotto la sua ala protettrice. Sentimenti nuovi e dolcissimi li sconvolgeranno entrambi come se fossero fatti di musica, una melodia simile a quella del violino che Nathan ama suonare, un ricordo, un prezioso cimelio del suo oscuro passato.Perché questo ragazzo nasconde qualcosa, un terribile segreto che rischierà di allontanare i loro cuori che ormai si stanno avvicinando sempre di più. Potrà l'amore redimere ogni errore? E potrà il destino ricongiungere quello che ha separato sanando antiche ferite?
[Link d'acquisto]

Recensione
Nathan non ha un posto dove stare e la biblioteca gli sembra il luogo perfetto in cui rimanere un po' al caldo, sfogliare libri e confrontare CD. Perché non ha più niente, ma dal suo violino e dalla sua musica non si separa mai. Si sa però che, in certe situazioni, i pregiudizi hanno sempre la meglio sul buonsenso e quindi il ragazzo viene preso per un ladro, visto come si presenta. Solo Ross, il direttore della biblioteca, vede il ragazzo oltre i vestiti rovinati e la strafottenza che usa come difesa e gli offre tutto ciò di cui ha bisogno.

venerdì 8 dicembre 2017

SEGNALAZIONE: Saga Infedeltà di Diana Scott


Buonasera! Diana Scott arriva in Italia da self, grazie alla traduzione di Jessica Catani, con una serie al femminile. La Saga Infedeltà è composta da 6 contemporary romance con una forte dose di eros, azione e avventura. Al momento sono stati pubblicati i primi 4 volumi, ma per l'inizio del 2018 li avremo tutti. Si tratta di libri autoconclusivi, solo i primi due sono dedicati alla stessa coppia, con i protagonisti, però, collegati tra loro. Che dite, iniziamo a scoprire i primi?

Dopo di te (#1)

Susy vive una vita normale ed ha un matrimonio che tutti definirebbero normale, tuttavia, a volte, le cose non sono come sembrano. La noia e l'indifferenza possono entrare nel cuore di una donna fino a farle credere che l'amore è un sogno passato. Nicolas Bellpuig, bel milionario catalano, troppo attraente per essere ignorato, è tutto ciò che una donna possa desiderare. Tutte tranne Susy. Lui può averle tutte, ma vuole solo lei. La desidera e non si farà scrupoli per riuscire a conquistarla.
Susy saprà lasciarsi alle spalle i suoi principi per vivere un'unica e disperata storia d’amore?







Susana Abellán aveva davanti a sé una giornata felice, il giorno del suo compleanno.
— Il tempo può passare così veloce?
— 40 anni! Per favore! — . Sorrideva rattristata mentre premeva il bottone di avvio della lavastoviglie.
Fernando, suo figlio di 13 anni, stava guardando un film a casa del suo migliore amico Juan. Oscar, il suo eterno marito, era occupato come sempre nel suo ufficio. Il lavoro, i compromessi e la mancanza di clienti erano le scuse più usate per tornare tardi a casa.
“Tesoro non aspettarmi per cena, riceviamo dei cinesi dalla Cina”.
Susy ammucchiava la pila di panni sporchi e faceva forti sospiri.
“Certamente! Da quale altro luogo possono venire i cinesi?”.
Era disgustata e malinconica allo stesso tempo, ma non poteva rimproverargli nulla. Oscar non era con lei per motivi di lavoro ed era una ragione più che comprensibile. Nel futuro ci sarebbero stati altri compleanni ed altre opportunità da festeggiare.
Susy si fermò nel mezzo della cucina pensando incuriosita.
“Quanti compleanni abbiamo festeggiato insieme? Quanti anni esattamente? Diciotto…? No, molti di più! Stiamo insieme da tutta la vita, come dice la mia vicina”.
Susy non aveva ricordi prima di Oscar. La sua adolescenza, la sua giovinezza e la sua attuale maturità, tutti i ricordi erano con lui e per lui. Molti sacrifici e qualche lacrima che venne sparsa lungo il cammino, ma su questo si basa la convivenza. Dare senza aspettare nulla in cambio. Comprendere e appoggiare.
“La convivenza è cedere, perdonare e continuare. Un altro dei grandi consigli della saggia vicina”. Susy sorrise senza entusiasmo.
Il suo matrimonio aveva luci ed ombre, ma quale matrimonio non li ha?Oggi sei in vetta, domani cadi nel pozzo più profondo, per poi tornare a risorgere come la fenice.